Simulazione di reato

Non sussiste simulazione di reato quando l’alterazione del vero riguarda modalità e circostanze di fatto che non influiscono sulla configurazione giuridica del reato effettivamente commesso. (In applicazione di tale principio, la Corte ha escluso la configurabilità del reato di cui all’art. 367 cod. pen. nella condotta di colei che, dopo aver presentato una querela per diffamazione in relazione alla pubblicazione su internet di foto che la ritraevano in atteggiamenti pornografici, aveva negato in una dichiarazione integrativa, contrariamente al vero, che le foto riguardassero la sua persona).

Cassazione penale , sez. VI, 30 settembre 2008 , n. 38571

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento